logo


  1. Ivano Urban Rispondi

    Sono ormai dieci anni che leggo questi bollettini economici che tendono ad indurci a capire "cosa dovremmo fare" per migliorare la nostra economia, questo fanno gli analisti. Per alcuni la questione è apparsa comprensibile e anno agito di conseguenza e con successo e per altri, la stragrande maggioranza da quanto risulta, c'è ancora quell'irrisolvibile punto interrogativo. Abbiamo capito tutti che "innovazione" risulta essere la parola d'ordine ma allo stato dei fatti per i più è un termine generenico e difficile da interpretare e quindi da mettere in pratica. Idee+razio+sviluppo=creazione di valore. Sembra facile.. Non credo che le idee manchino e neppure la capacità di realizzarle e metterle a valore. Il nostro grande problema del processo per lo sviluppo economico-industriale è la "razio": saper interpretare, distinguere e finanziare le idee buone. Dunque, analisti economici e analisti finanziari se non vi date una svegliata voi continueremo a discutere sempre sul cosa dovremmo fare, e non su cosa abbiamo saputo fare. L'innovazione descrive il nuovo, ed è normale che il nuovo includa un'alta componente di rischio: da ripartire equamente!