logo


  1. Andrea Battistini Rispondi

    La scomparsa di Gino Giugni, Padre fondatore dello Statuto, avviene in un momento difficile per la vita economica e democratica del Paese. Il suo impegno intellettuale e sociale, onesto e lungimirante, deve rappresentare un esempio e un insegnamento per tutti i Riformisti del lavoro, che dovranno affrontare le nuove sfide, con strumenti e sensibilità adeguate. Gino, a mio avviso, rappresenta tutti coloro che, sebbene sconosciuti al di fuori dell'ambito accademico e a molti cittadini, hanno inciso profondamente creando diritti e dando maggiore sicurezza a tutti, contribuendo alla stabilizzazione sociale in una fase storica molto delicata. Grazie Gino, per me è un onore dedicare alla tua memoria la mia tesi di laurea.