logo


  1. Giacomo D. Rispondi

    Proporrei un approccio in parte diverso per sviluppare un principio guida per questa ed ogni futura riforma circa le pratiche di bilancio. Tale principio è il seguente: il bilancio deve essere formulato e gestito in modo tale che ogni cittadino che abbia il diritto di voto, anche sprovvisto di cultura ragionieristica, possa comprendere in ogni momento come si intende spendere, e come è stato effettivamente speso, ogni singolo euro semplicemente accedendo ad un (unico) sito internet. So che sarebbe uno sforzo immane e che nessuno Stato al mondo al momento è in grado di garantire questo, ma credo che se tale principio divenisse il principio guida, nel giro di alcuni anni o al massimo di un paio di decenni ci si potrebbe arrivare. Imporre infatti come principio primo la comprensibilità del bilancio al non specialista (ma con potere di voto) costringerebbe ad uno sforzo di trasparenza tale che tutti gli altri obiettivi che una riforma può prefiggersi ne sarebbero naturalmente compresi.