A Firenze, in Santa Croce,
va spargendosi la voce
che là in via de’ Malcontenti,
sono pochi i residenti,

ma da giorni è radunata
molta gente assai imbronciata:
non ha freddo dell’inverno,
ma è gelata col governo.

Prima giunsero i tassisti
a seguire i farmacisti,
ed ancor gli odontoiatri,
pur gli agronomi e avvocati.

Dalla pompa, sopraggiunti,
i gestori un poco unti,
han le lacrime sul viso,
il lenzuolo è tutto intriso.

Giunse pure il pensionato,
cui fu il sangue prelevato:
quando il ticket gli fu noto
mai più – disse – avrete il voto!

Poi ci sono i dipendenti,
cui promisero gli aumenti,
ma che han visto il cedolino
non alzarsi di un ventino.

E c’é anche il clericale
perché il sacro coniugale
ora è tutto contraffatto
dacché i Dico hanno misfatto.

Il barbiere è assai adirato
col ministro che fa festa,
buon per lui ch’è un po’ pelato
sennò lavagli la testa!

Va la folla più ingrossando,
e la voce sta innalzando,
tutti in faccia sono bigi,
ma li sente il Pala Chigi??

Ora questi Malcontenti,
dei lor voti penitenti,
sono troppi e van spostati
…. al piazzal degli Arrabbiati!

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!