Di chi e’ il merito del miglioramento dei conti pubblici nel 2006? Durerà? Prima di rispondere a queste domande bisogna capire le ragioni di errori macroscopici nelle stime del fabbisogno del settore statale. I sospetti che alimentano fanno pensare che sarebbe opportuno rafforzare il monitoraggio della spesa pubblica da parte del Parlamento e affidare le stime ad autorita’ indipendenti. Speriamo che al vertice di Caserta il Governo decida quante e quali proposte dell “agenda Rutelli” verranno trasformate in provvedimenti legislativi e introduca incentivi affinchè le amministrazioni locali non ostacolino, come in passato, le liberalizzazioni. L’Italia è uno dei pochi paesi d’Europa senza un reddito minimo garantito. Questo contribuisce a spiegare perchè le  disuguaglianze nei redditi siano così alte. Per i farmaci si spende troppo e male. E’ necessario un sistema pubblico d’informazione indipendente e di ricerca, passando dalla logica dei risparmi a breve agli investimenti di lungo periodo. Perché non giocare il campionato di calcio nel periodo di Natale? Lecito ipotizzare maggiori incassi dal botteghino e dai diritti Tv, che gioverebbero ai bilanci in rosso dei club.

Un commento di Gustavo Zagrebelsky e un’opinione di Valerio Onida sulla proposta di riforma della Finanziaria formulata da Boeri e Garibaldi.

Aggiornamento: Clima il destino dell’Europa di Marzio Galeotti e Alessandro Lanza.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!