logo


  1. gianfranco savino Rispondi
    L'articolo evidenzia in modo convincente alcuni dei punti più critici del sistema posto a tutela della legalità. Un'osservazione sul sistema delle authority e sul loro effettivo potere di intervento: se le deliberazioni delle authority sono rese puntualmente oggetto di contenziosi davanti al giudice amministrativo, i tempi e le modalità della loro attuazione diventano di fatto quelli della giustizia ammiistrativa (2 gradi di giudizio, sospensioni, interpretazioni normative giurisprudenziali in assenza di codici unici e chiari, ecc...) e la decisione finale (cioè il concreto potere di attuazione delle sanzioni e dei provvedimenti) è posta nelle mani dei giudici del Consiglio di Stato. Sono evidenti le ridondanze e le inefficienze di questo sistema di enforcement. Prescindendo da considerazioni generali sul senso del diritto e della giusitzia amministrativa in una democrazia moderna e sul suo significato storico (residuo duro a morire di una concezione napoleonico-autoritaria-fascista dello stato) e sorvolando sulle effettive garanzie che in Italia offre il sistema della giusitzia non togata, sarebbe così scandaloso pensare per le deliberazioni delle authority uno status normativo equipollente a quello delle sentenze dei TAR e prevedere avverso la loro esecuzione solo la possibilità di un ricorso al Consiglio di Stato per esclusivi motivi di legittimità e competenza, magari con percorsi di giudizio privilegiati e particolarmente rapidi?
    • La redazione Rispondi
      La ringrazio per il commento. In effetti la tutela giurisdizionale per i provvedimenti adottati dalle Autorità è un problema molto importante. Anche in questo caso credo che una giustizia specializzata potrebbe offrire qualità, efficienza e rapidità, ma sarei molto prudente nell'abbassare la guardia sulle necessarie garanzie, perchè proprio le vicende dell'ultimo anno relative alle acquisizioni bancarie (il caso della Banca Popolare italiana) dimostrano che ... anche le Autorità sbagliano! Un cordiale saluto