logo


  1. Laureato91 Rispondi
    L'articolo è talmente permeato di buon senso che un commento positivo risulta quasi pleonastico. I conti, specie dopo le ultime previsioni di primavera della Commissione, appaiono in condizioni non certo ottimali. Come noto, ad un avanzo primario che si è andato, negli ultimi anni, riducendosi fino ad azzerarsi, si è affiancato un disavanzo corrente che oramai ci accompagna da due anni. Ben venga, quindi, un programma di legislatura, che magari preveda, nell'immediato, di riportare il bilancio in pareggio corrente. Su queste basi, avendo dato un segnale "concreto" di risanamento anche se meno "impegnativo" della ricostituzione di un avanzo primario tra i 3 ed i 5 punti di Pil, si potrebbe poi negoziare con la Ue la strada migliore per focalizzare il risanamento delle finanze pubbliche sul lato dello sviluppo. Laureato91 economiaitaliana.splinder.com