Sulle Politiche ambientali abbiamo chiesto a partiti e coalizioni di esprimere una posizione sul Protocollo di Kyoto, e in particolare se la Ue debba attuare i limiti previsti anche se il Protocollo non dovesse entrare in vigore. E quali impegni la Ue dovrebbe assumere sulle politiche di risparmio energetico e di trasporto?

1. L’unione europea è determinata ad adottare i vincoli alle emissioni e gli strumenti per mitigare i costi previsti dal Protocollo di Kyoto anche se, nel caso la Russia decidesse infine di non ratificarlo, l’accordo non dovesse mai entrare in vigore:
i) Condividete la visione per cui i cambiamenti climatici sono un’emergenza che non è più possibile non affrontare?
ii) Condividete l’idea che l’Europa dovrebbe procedere nell’attuazione del Protocollo, pur riconoscendo il limitato impatto sulle emissioni di gas serra conseguente alla mancata ratifica di molti paesi chiave?
iii) Ritenete che i paesi europei dovrebbero essere liberi di scegliere lo strumento per ridurre le emissioni che reputano meno costoso-più efficiente ( per esempio, ricorrere al mercato dei permessi)? Oppure la Ue dovrebbe imporre, almeno in parte, altri strumenti dal payoff meno immediato (ricerca nelle fonti rinnovabili) o dalle implicazioni distributive più spiccate (tassazione)?

   Lista Bonino

      Forza Italia

      Italia dei valori

  Patto Segni-Scognamiglio

 Uniti nell’Ulivo

Risposte a confronto


2. Le odierne modalità di produzione di energia utilizzano largamente combustibili fossili, con conseguenze decisive sulle emissioni.
i) Quali politiche di risparmio energetico dovrebbe promuovere la Ue?
ii) Quali politiche di diversificazione dei consumi dovrebbe promuovere la Ue?
iii) Sareste favorevoli all’introduzione generalizzata di forme di tassazione ambientale i cui proventi venissero esplicitamente destinati al finanziamento della ricerca in tecnologie alternative e a incentivare i consumi di energie rinnovabili?

     Lista Bonino

    Forza Italia

 Italia dei valori

Patto Segni-Scognamiglio

Uniti nell’Ulivo

Risposte a confronto

3. I trasporti sono i maggiori responsabili delle emissioni nocive, ma anche di problemi come il consumo di territorio e il congestionamento. Le politiche per gestire i costi esterni dei trasporti appaiono molto frammentate tra i paesi europei.
i) Siete favorevoli a promuovere in maniera più decisa l’omogeneizzazione delle politiche nel settore dei trasporti?
ii) Siete favorevoli a una politica che obblighi i conducenti dei mezzi di trasporto a sopportare maggiormente i costi esterni che arrecano all’ambiente?
iii) Vedreste con favore l’introduzione estesa, ed eventualmente la sua incentivazione, di un pedaggio d’ingresso nei centri urbani?

Leggi anche:  Pneumatici fuori uso: quando l’illegalità vince

        Lista Bonino

      Forza Italia

      Italia dei valori

 Patto Segni-Scognamiglio

 Uniti nell’Ulivo

Risposte a confronto

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!