logo


  1. Filippo Zanella Rispondi
    L'interessante articolo di Sarcinelli spiega in dettaglio una strategia per uscire dal "baratro" in cui i casi Cirio, Parmalat etc. hanno gettato il risparmio in Italia negli ultimi mesi. Le argomentazioni di Sarcinelli sono tutte condivisibili ma mancano di una conclusione operativa che dovrebbe essere la premessa fondamentale al ripristino della fiducia tra i risparmiatori per farli tornare ad essere anche investitori. Detto principio e'<< chi sbaglia paga>>. Fino a che i vertici di Bankitalia e Consob non verranno licenziati (le "onorevoli dimissioni" non le meritano) non mi assolutamente chiaro come si possa avere fiducia in un sistema, quello finanziario. Ancora meno chiaro e' il ruolo di un governatore "sbugiardato" dai fatti. A chi serve un governatore debole? Al paese no perche' la sua funzione di controllo e' viziata dal pregiudizio sul suo operato e dalla consapevolezza che tutto cio' che dice o fa e' strumentale a salvarsi (scusate) il culo e la poltrona. Parmalat e' "l'8 settembre" del sistema finanziario/bancario italiano, quindi, "tutti a casa". Cordiali Saluti FZ
    • La redazione Rispondi
      La ghigliottina non ha mai risolto nessun problema, anche se ha dato qualche soddisfazione a sanculotti e tricoteuses... Mario Sarcinelli