Diversi segnali di malessere nel nostro mercato del lavoro: l’andamento pressoché piatto dei salari reali nell’ultimo decennio, l’aumentata conflittualità, l’incertezza sui destini del lavoro parasubordinato. Meglio prenderne atto per tempo. Utile ripensare agli assetti contrattuali e non illudersi di risolvere il dualismo del nostro mercato del lavoro con rimedi solo giuridici. Mentre tutta Italia si interroga su cos’è un lavoro a progetto, bene pensare a come rilanciare la crescita, l’unica in grado di sostenere un aumento duraturo dei salari. Anche in questo il decentramento della contrattazione può essere utile.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!