logo


  1. Pingback: La notizia - Rientro dei capitali: scocca l’ora della collaborazione volontaria?

  2. Piero Rispondi
    Il provvedimento come è stato annunciato non avrà l'incasso sperato, anzi volere inserire l'auto riciclaggio in Italia produrrà sicuramente gli effetti previsti dall'Autore. I capitali italiani non devono uscire, quindi si deve lavorare prima su questo problema, i capitali escono per le troppe tasse, oppure perché provengono da attività illecite, il primo caso va risolto in modo molto semplice, basta ridurre le tasse, per il secondo problema non vi deve essere ne condono ne volontary disclosure, ma la confisca. In Italia, invece si vuole inserire l'auto riciclaggio quale stimolo per non fare fallire la volontary disclosure, come sempre legislazione raffazzonata e di emergenza, si faccia prima la revisione della legislazione penale tributaria dove si può applicare già a livello amministrativo la confisca, la casistica deve essere quella dove l'organizzazione è di stampo criminale finalizzata all'evasione, al contrario per il semplice evasore che evade per sopravvivere, dobbiamo lasciare solo le sanzioni amministrative, sono più che sufficienti, il problema vero e diminuire le aliquote per eliminare l'evasione di massa, che è presente in tutti i paesi.
  3. Giovanni Teofilatto Rispondi
    Un risparmio (investimento) consapevole. l copyright delle ragioni di acquisto del full management report, sono una warranty per la distribuzione ottimale dei redditi tra gli imput produttivi come risulta essere la "ricchezza" nazionale (il Pil) ma non funzionale alla crescita dei profitti e delle ragioni di scambio future quali risultano essere le ragioni di scambio interne, ma anche di mercato aperto, e, quindi delle scelte di consumo e degli investimenti: il risparmio o, anche detto, movimenti liberi dei capitali circolanti. In altre parole lo sviluppo delle produzioni industriali sono subordinati ad una maggiore circolazione della moneta e delle altre attività finanziarie.data l'economia sufficiente di mercato.
  4. Rino Impronta Rispondi
    Oltre ai reati citati nell'articolo,segnalo al Prof. Arachi, il possesso materiale di banconote da 500 euro, frutto di evasione e nero. Approfittando del restyling delle banconote in euro da parte della BCE (a maggio 2013 e' stato ritoccato il taglio da 5 euro e a settembre prossimo uscirà il nuovo biglietto da 10 euro) si potrebbe ipotizzare il "fuori corso legale" del taglio da 500 euro. I possessori di tali banconote, sarebbero obbligati a presentare le banconote f.c. legale agli sportelli bancari, per il cambio in altri tagli. In questo caso scatterebbero gli obblighi di segnalazione da parte dell'Istituto bancario, di segnalare i dati anagrafici del richiedente l'operazione, all'Autorita' competente (legge antiriciclaggio).