Il ministro Poletti ha promesso di mandare a tutti i lavoratori italiani entro fine giugno la busta arancione con I’estratto conto dei contributi sin qui versati all’Inps e proiezioni sulle loro pensioni future. Ma sin qui delle “buste arancioni” non c’è traccia. Grave questa ignavia di Stato. Informando si rassicurerebbero molti lavoratori che hanno aspettative più basse rispetto a quanto percepiranno realmente e si permetterebbe loro di pianificare meglio il futuro: molti sono incerti nell’indicare la loro età pensionabile secondo le norme.
È stato raggiunto l’obiettivo della riforma Gelmini dell’università di cambiare la governance degli atenei italiani, verticalizzando i processi decisionali e semplificando gli assetti organizzativi per aumentarne l’efficienza? Una ricerca sui 66 atenei statali italiani dà alcune risposte. Un nuovo Dossier con tre articoli inediti che discutono effetti attesi e perversi della riforma.
Meno del 18 per cento delle famiglie italiane usa l’internet banking. Ma il numero è in crescita costante e le banche dovranno fortemente ridurre il personale agli sportelli. Bene che investano nell’elaborazione della grande quantità di dati sui clienti di cui entrano in possesso.
Uno dei rischi maggiori di un piccolo investitore è affidare a occhi chiusi le proprie decisioni finanziarie a un promotore. Che, di norma, ha un’eccessiva fiducia nelle proprie capacità. I risultati di una ricerca sull’overconfidence dei gestori.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!