logo


  1. Maurizio Fiasco Rispondi
    Nel 2000, con la Consulta Nazionale Antiusura, avevamo individuato questa asimmetria tra reddito e versamento di denaro all'azzardo. Vi erano molto meno giochi e il volume loro era di circa 12 miliardi (ai prezzi 2011). L'analisi si fondava su una ricerca di mercato condotta sul Lotto. Ed emergeva nettamente - come denunciammo - il carattere "regressivo sul reddito" della fiscalità montata sull'alea di Stato. Su quali dati è invece fondata la ricerca che presenta Pacifico? Da quali fonti? Inoltre sembra che la spesa per gruppi di popolazione vada scemando tra il picco del 2008 e il livello del 2011. Non vorrei che i calcoli siano ponderati sui valori delle quote trattenute (Erario più concessionari) e non sul volume "lordo" del denaro giocato. Perché i margini per il business si assottigliano (come le entrate dello Stato) ma il consumo si estende in numerosità dei "paganti" e per tempo impegnato a giocare, per una scelta precisa: aumentare la quota che va alle "microvincite" per mantenere, con premi irrisori, la fidelizzazione delle persone che azzardano. I concessionari infatti hanno operato una manipolazione semantica, diffondendo la "notizia" che la "spesa" degli italiani sia "diminuita". Penso che i dati provengano dall'interno di quell'ambiente. Comunque anche così, ce n'è da commentare. Eccome!
  2. Pierre Rispondi
    ho notato che nel grafico per regioni le Marche sono l'unica regione in cui si registra un trend negativo anno dopo anno. Sarebbe interessante capire perchè, se è casuale o se la regione ha promosso politiche volte a ridurre il fenomeno.
  3. Marcello Esposito Rispondi
    Grazie per l'ottima analisi, dr Pacifico. Sono cose note a livello aneddottico, ma è importante avere studi come il suo che dimostrino con la forza dei numeri che la tassa sull'ignoranza, come una volta gli economisti chiamavano il gioco d'azzardo, è regressiva e colpisce le fasce più deboli della popolazione.
  4. eccettodoveindicatoaltrimenti Rispondi
    Eliminare il concetto di "capo famiglia"?