logo


  1. Piero Rispondi
    Il decreto va ritirato, non modificato, e' sbagliata l'impostazione, la Banca d'Italia deve essere del governo, deve procedere all'acquisto delle quote seppur rivalutate, obbligando le banche al rafforzamento del patrimonio, destinando all'aumento del capitale sociale delle stesse, aumenta così per loro la capacità di erogare il credito alle imprese.
  2. Stefano Rispondi
    Continuate sempre la Vostra azione di vigilanza tecnica.. oggi in Italia i veri organi indipendenti sono rimasti (alcuni) Docenti universitari, la Corte dei Conti e una parte della magistratura
  3. Giuseppe Fantigrossi Rispondi
    Fantasiosa l'idea della privatizzazione della Banca "ex d'Italia", come oscura la valutazione che della stessa sarebbe stata fatta. Questione ancor meno chiara e non risolta è quella della proprietà delle riserve auree dello Stato Italiano, che alcuni vorrebbero, appunto, attribuire alla Banca-ormai privatizzata.