logo


Rispondi a Enrico Annulla risposta

1500

  1. Piero Rispondi
    La bad bank può essere fatta dallo stato utilizzando le partecipazioni che le banche private hanno nella banca d'Italia, sono valori pubblici, alle banche private va rimborsato il capitale a suo tempo versato con la rivalutazione, tali partecipazioni confluiranno su una bad bank statale che dovrebbe cartolizzare tutti i crediti incagliati delle banche private italiane, non vedo perché l'Europa si debba mettere di traverso su una operazione simile, può essere contraria al divieto degli aiuti di stato ai privati, non lo dovrebbe essere, perché alle banche private non viene concesso un contributo, ma viene acquistato un credito al suo reale valore.
  2. Enrico Rispondi
    Nella gestione dei crediti in sofferenza è necessario comunque tenere nella giusta considerazione la parte in sofferenza, altrimenti si vede solo un lato della medaglia. E' da evitare il rischio che la gestione del credito sia fatta solo considerando la necessità della banca, il che porterebbe certamente a perseguire la via più veloce e semplice per la chiusura del credito (es. vendita degli immobili di una data azienda, macchinari etc etc) invece di perseguire una via più virtuosa del rilancio dell'azienda. In breve: che il recupero del credito non strangoli un'azienda "sana" ma con difficoltà di liquidità.