logo


  1. Lorenzo Rispondi
    Quanto si spende abbandonando il Tap? Questo potrebbe essere il titolo di un ulteriore capitolo e, poiché conviene sempre allargare il ventaglio dei fornitori, potremmo concordare con l'Egitto (questione Regeni permettendo) di integrare la quota russa.
  2. giuli44 Rispondi
    Oltre agli effetti sul prezzo, nell'articolo non si considera una maggior autonomia delle fonti. La cosa non mi sembra secondaria, ricordando in particolare le difficoltà di approvigionamento di pochi anni fa per le questioni fra Russia e Ucraina.
  3. G B Rispondi
    Dott. Lanza, nel suo articolo dovrebbe considerare anche il beneficio che l'abbassamento del prezzo gas ( materia prima) comporterebbe sui costi di produzione di energia elettrica. L'energia elettrica prodotta in Italia nel 2017 è stata per il 65 % da Gas naturale ( fuel mix nazionale pubblicato dal GSE). Inevitabilmente un abbassamento della materia gas influirebbe anche sul costo dell'energia elettrica.