logo


  1. Virginio Zaffaroni Rispondi
    Non mi è chiaro il senso esatto dell'affermazione del prof. Terzi circa il ruolo delle riserve obbligatorie (" l’attività creditizia non è legata alla quantità di riserve"). Età "aurea" a parte, non è dunque vero che una Banca Centrale possa fare politica monetaria espansiva o restrittiva rispettivamente riducendo o elevando la percentuale di riserva?
  2. Aldo Bressan Rispondi
    Dall’articolo emerge che, anche al ministro Savona, non manca un certo grado di in-competenza, molto alta ahimè tra i suoi più giovani colleghi di governo. Poiché il mio reddito (sono in pensione da ca 3 anni) e i miei risparmi sono in €uro, chiedo, sommessamente, ai nostri governanti prima di dire quello che pensano, di pensare a quello che dicono.
  3. Piero Rispondi
    Qe è in buona parte un Omt (che sviluppò cmq un effetto annuncio) mascherato: dà soldi alle banche xrchè comprino anche i bond dei Governi ma senza le Condizionalità (sacrifici molto duri) e prima (non dopo) che il panico sia arrivato. Cosí aggiri il divieto dei Trattati al finanziamento diretto. Pure Ltro1 fu de facto usato anche x comprar Btp, tanto che poi fecero la versione Targeted x favorir il credito alle imprese. Per me ê impossibile che Savona non lo sappia: fu solo Sintesi x dir in poco tante cose. Non ê puntando su queste cose che i ProEu (Pd, in parte FI, BankItalia, Confindustria, Bocconi, Mattarella, MassMedia) posson pensar di frenare i populisti. Sarebbe meglio facessero prima autocritica pubblica spiegando (invece di nascondere tutto x paura) cosa non ha funzionato: a partir dal tasso di conversione pro Marco, dalla ventata inflattiva da conversione solo in parte visibile dalle statistiche (ma ben nota alla gente), al successivo accumulo di perdita di competitività non piú gestibile col cambio Esterno (quindi dolorosa deflazione Interna). E poi lanciando successivamente un forte tavolo di confronto in sede Ue. Ma temo che ormai sia troppo tardi. La gente ha sofferto troppo. Non saran 2 grafici, dotte analisi o l'impreparazione dei populisti a fermare l'onda. Cordialità.
    • Michele Zazzeroni Rispondi
      E io che pensavo che le difficoltà italiane fossero il vizietto della spesa pubblica in deficit, il debito-monstre, la spesa previdenziale al 15% del PIL, la bassa produttività, la ridotta internazionalizzazione. Invece lei mi spiega ora che "la gente ha sofferto troppo" per colpa dell'Euro e della "conversione pro Marco (?), mica per il delirio finanziario importato dagli USA con la crisi finanziaria del 2007-2008. E naturalmente anche la "ventata inflattiva da conversione" partiva da Bruxelles, e pazienza se il fenomeno fu esclusivamente italiano e gli altri paesi Euro ne furono quasi esenti. Ma adesso lei, grazie a Dio, mi ha spiegato tutto con assoluta certezza intellettuale e con serena indifferenza ai fatti.m
    • Maurizio Bertini Rispondi
      Vorrei chiedere tre cose a Piero. - Perché parla di una "conversione pro marco"? Il cambio lira-marco era da anni fra 950 e 1000, e infatti abbiamo 1936,27 lire = 1,95583 marchi = 1 euro. 1936,27 diviso 1,95583 = 990 lire per 1 marco. - Perché le statistiche mostrano solo in parte la ventata inflattiva? - Perché solo gli italiani accettarono l'inflazione da conversione mentre p.es. i tedeschi (vivevo già in Germania) smisero di comprare i pomodori passati da 4 marchi a 4 euro al chilo con la scusa delle gelate e costrinsero i ristoranti con aumenti farlocchi tipo 9,90 euro per un piatto da 14,90 marchi a usare un cambio equo o chiudere, semplicemente non andando più a mangiare lì?
  4. Aniello Rispondi
    Volevo chiederVi un'informazione: la BCE nel nel corso del QE acquista titoli sul mercato primario o su quello secondario? Grazie.
    • Virginio Zaffaroni Rispondi
      Decisamente sul secondario.
  5. Savino Rispondi
    Nessuno chiede il conto ad un ministro, parte integrante dell'ancien regime, che ora, alla veneranda età, si è "pentito" dell'Euro e delle sue dinamiche. Ma i cittadini (lavoratori e risparmiatori) italiani possono continuare ad assistere a questo gioco al massacro dei loro risparmi?