logo


  1. rubamazzo Rispondi
    impostare l'analisi sul clevage destra sinistra mi sembra fuorviante per interpretare l'attuale fase politica, sembra essere un articolo, un'analisi troppo scolastica fondata su luoghi comuni...non ha respiro........
  2. Michele Rispondi
    Una ulteriore dimostrazione che M5S e Lega stanno agli antipodi sulle politiche da perseguire. Interessante invece capire cosa gli accomuna tanto da aver realizzato un governo insieme e che magari può rendere stabile ciò che per natura non lo è. In primo luogo li accomunala la narrazione anti casta. Narrazione vera per M5S, costruzione assolutamente artificiosa per la Lega, organica alla casta, visto che governa da anni e anni le due regioni più importanti e che dal 1994 è stata al governo nazionale per molti anni con Berlusconi. Quindi la Lega dalla associazione con M5S guadagna un elemento fondamentale per smarcarsi dalle proprie responsabilità e contraddizioni e supportare l’idea di nuovo partito nazionale voluta da Salvini. Più difficile capire quali siano i vantaggi per M5S da un governo con la Lega. Probabilmente nessuno; forse l’idea che visto il risultato elettorale non potessero rimanere all’opposizione unitamente ad ambizioni personali. Legami deboli, insufficienti a compensare le contraddizioni di programma e base sociale.
    • leone barison Rispondi
      Occhio all'italiano la frase introdotta dal "se" è condizionale e regge il congiuntivo. Per il resto vedrete che il Pd non tarderà a riprendersi.
  3. Henri Schmit Rispondi
    Condivido. L'equilibrio instabile non potrebbe essere l'effetto della politica post-elettorale del PD? Ritirata tattica o strategia del tanto peggio? A vantaggio di chi? Chi condivide quest'analisi (sono tanti) dovrebbe chiedersi per quali ragioni STURTTURALI il PD ha imboccato quella strada, non ottimale per il paese e forse definitivamente autodistruttivo per se stesso? Ho provato, probabilmente senza convincere, a fornire (a caldo, un mese dopo le elezioni) una spiegazione molto precisa a queste scelte irrazionali.
  4. Savino Rispondi
    Questo è semplicemente un Governo balneare, come ce ne sono stati tanti nella nostra storia, come l'ultimo Governo Fanfani, ad esempio. Solo che è un Governo balneare con annuncite. C'è solo da scollinare la metà di settembre. Da quel momento in poi, ci sono 8-9 mesi tutti potenzialmente elettorali, anche prima delle europee. M5S e Lega non hanno mai smesso di fare campagna elettorale. Salvini ha fatto finta di fare il forte con gli immigrati (con gli sbarchi estivi aumentati e l'Italia isolata in politica estera) e Di Maio ha fatto finta di portare a casa l'abolizione dei vitalizi (solo alla Camera e con l'avvoltoio dei ricoirsi) e pseudo-norme sulla precarietà. Potranno dire per mesi che i" poteri forti" hanno impedito di completare il lavoro.