logo


  1. Mario Angli Rispondi
    Fantastico uso delle fonti. -Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione, che guardando il loro sito, mica uno a caso, è finanziata dalla Open Society Foundations di George Soros. -ISPI, il cui direttore Paolo Magri è segretario italiano della Trilateral. Risparmiarsi commenti di ''complottismo'', le scelte non le ho fatte io, quelli sono i fatti. Un fact-checking dovrebbe avere qualche pretesa di imparzialità e le fonti scelte chiaramente non lo sono. Grazie.
  2. Lucio Rispondi
    mi pare che abbiate esagerato ad attribuire alle dichiarazioni del Ministro l'etichetta di False. Io avrei optato per parzialmente false cioe' riferendomi alla vostra definizione direi che "la dichiarazione contiene elementi di verità ma ignora dati rilevanti che ne darebbero una diversa lettura". che poi uno un ministro si esprima allo stresso tempo con tanta sicumera e approssimazione e' purtroppo in sintonia con la tradizione politica di questo Paese: nulla di nuovo sotto il sole.
  3. Henri Schmit Rispondi
    Ottimo fact-checking, completo, preciso, equilibrato, ma troppo severo nel giudizio finale. Il "milione" che preme non è un'espressione ingannevole secondo i numeri forniti dai verificatori, non è un'informazione falsa; corrisponde alla realtà, a prescindere dai numeri esatti, difficili a stimare. Anche l'altra affermazione del ministro sul pull factor può essere ingannevole perché intenzionalmente esagerata come fattore determinante, ma come i verificatori stessi, molto scrupolosi, riconoscono, non è falsificata dalle correlazioni fra partenze dalla Libia e salvataggi dalle ONG riportate: "L’evidenza aneddotica e correlazionale non è sufficiente per escludere completamente il nesso di causalità tra Ong e sbarchi, o tra Ong e partenze, ma di certo non va nella direzione prospettata dal ministro Toninelli."
  4. Carlo Bertanelli Rispondi
    E' offensivo dire che questo fact- checking non è per nulla convincente? Ad es: giusto dire che i 700.000 presenti in Libia potrebbero non essere tutti potenziali migranti ma come potete escludere che lo siano?
    • Andrea Rispondi
      Premesso che, in senso lato, chiunque è un "potenziale migrante", mentre qui si parla di "pronto a partire". Mi sembra che l'articolo non esciude niente, ma dice che la maggior parte dei 700.000 non sia interessata a lasciare la Libia, e anche degli altri non è detto che chi sia interessato sia anche "pronto a partire". Insomma, il numero effettivo di "pronto a partire" è inferiore di *almeno* un ordine di grandezza.