logo


  1. Maurizio Cannone Rispondi
    Porto solo la mia esperienza diretta. Mia moglie (48 anni) è morta un mese fa per una recidiva oncologica. Se non avessimo avuto il supporto di un'associazione di terapie palliative e il relativo hospice questi ultimi 6 mesi di infinita sofferenza sarebbero stati ancor peggiori. Un servizio da tutelare e ampliare quanto più possibile. Essere curati, o accuditi in questo caso, nella propria abitazione rende il percorso verso la fine più umano. Grazie davvero a chi opera nel settore.