logo


  1. Giovane Arrabbiato Rispondi
    Il liberalismo (inteso come libero mercato) è morto nel 2008 con i salvataggi al settore finanziario americano. Si aggiungano pure le leggi liberticide contro il web e i vari ministeri della verità di stampo orwelliano contro le notizie false, la diffusa censura tramite il politicamente corretto e simili ed anche le libertà individuali di parola e stampa sono andate. Della rivoluzione liberal-orwelliana ne faccio onestamente a meno. Mi tengo Adam Smith, Locke e Voltaire, la mia tradizione che il liberalismo moderno ha abbandonato in quanto arcaico passato in nome delle cause post-Marxiste dell'identity politics.