logo


  1. giorgio luppi Rispondi
    Molto interessante e ben documentato Attendo di leggere lo studio completo
  2. arthemis Rispondi
    "Sarebbe un errore interpretare la crescente tendenza delle donne a uccidere come una reazione al fenomeno del femminicidio": dalla tabella 1 e dalla tabella 2 non si vede una chiara tendenza all'incremento dei numeri assoluti dei reati commessi da donne. L'incremento risulta sulle percentuali ma, come ben spiegato nell'articolo, è dovuta alla riduzione dei reati commessi da uomini.