logo


  1. Alessandro Rispondi
    E se si pagasse semplicemente sul venduto, sugli incassi, si eliminerebbe di colpo l'arma per l'evasione societaria
  2. Traison du Clercs Rispondi
    Perchè le soluzioni a problemi complicati devono essere altrettanto complicate? Tanto poi si trova il modo di aggirarle il problema diventa ancora più complicato. Perchè non un embargo puro e semplice? I paradisi fiscali sono per lo più paesi inutili dal punto di vista commerciale e dei totali parassiti dal punto di vista fiscale. La Gran Bretagna esce dall'UE? Fantastico, è l'occasione buona, niente trattati commerciali finchè non sistemano i 15-20 paradisi fiscali che sono territori della corona britannica. Non si può fare un embargo a Irlanda e Lussemburgo? Bene, nuove regole fiscali europee e multe salate. Altrimenti scordatevi la globalizzazione e smettetela di frignare per il populismo. Se la libertà dei capitali deve ridursi a una gara a chi evade le tasse, ben venga il protezionismo.
  3. Henri Schmit Rispondi
    Apprezzo l’articolo. Temo però che possa diffondere idee sbagliate, cioè che la lotta alla shadow economy è soprattutto un discorso internazionale e che l’opacità di alcune giurisdizioni è l’effetto della globalizzazione. L’inverso è vero: gli accordi multilaterali (strumenti della globalizzazione) permettono semmai di contrastare meglio il fenomeno. Bisogna distinguere sana concorrenza da opacità e frode. La lotta al transfer pricing è prima di tutto una sfida unilaterale. La messa in riga dei paradisi fiscali, in particolare del famigerato Panama, può essere rinforzata da accordi multilaterali, ma necessita regole nazionali efficienti supportate da una volontà effettiva di contrastare l'evasione. La voluntary disclosure, come prima altre normative, è un business per chi la sa gestire bene, intermediari e consulenti. Il gergo inglese di solito segnala il rischio dell’alibi. Più complicata la normativa e più si può guadagnare. Prima di rivendicare la trasparenza globale darei un'occhiata alle fiduciarie (alcune di proprietà bancaria), abrogherei la legge che riconosce i trust esteri (inesistenti nel diritto interno) e darei una sterzata alla regolamentazione delle polizze vita, strumenti perfetti di elusione multipla. Con il ricavato della lotta all'evasione delle persone fisiche ridurrei di pari importo la fiscalità delle imprese.
  4. Alessandro Marzocchi Rispondi
    Assicurare legalità e trasparenza è il compito più rilevante dei notai in Italia e nei molti altri Paesi dove opera un notaio simile al nostro, Paesi nei quali vive oltre la metà della popolazione del pianeta, purtroppo mancano UK, USA ed in generale i Paesi di common law.