logo


  1. Totò Rispondi
    Dott. Onado: " ma mi faccia il piacere" o meglio, utilizzare una mera indiscrezione di mercato per costruire un'anamnesi impietosa di una presunta moribonda Deutsche è ridicolo, imbarazzante al tempo stesso, soprattutto perché le cose NON stanno così. A proposito...MPS tutto bene? le 5 italiane a gambe all'aria? Unicredit? e le altre italiane che hanno decimato il loro valore di borsa?
  2. SpeculaThor Rispondi
    Diciamo qualcosina di più. Quando Eba ha fatto Stress ha guardato molto bene gli Npl (la malattia del Sud), ma si è stranamente guardata dal veder i Rischi Leva delle Banche di Investimento (cioè Speculazione) di Francia e Germania. Allora la Fed (che è in America) ha rifatto gli Stress alle Europee ed ha scoperto l'acqua tiepida, e cioè che DeutchB ha un Buco di Capitale (Shortfalls) di 20 miliardi, poi ci sono SocGen con 13 mld e Bnp con 10 mld. Solo 4° la nostra Unicredit con 8 mld (altro che Mps con i suoi 5 mld). Inoltre la Bilancia Geopolitica tra Multa alla Apple (via Irlanda) e la Nuova Multa alla DB non è certo casuale (come pure le liti sul Ttip). I critici alla MalaGestio Italiana (incluse Corrruzione e Cecità degli Organi di Controllo che son ovviamente Captive come in tutto il mondo) han ragione 100%. Ma torto quando dimenticano che al Nord Sembrano Ma Non Sono Meglio di noi. Come dice il proverbio "il più pulito ha la rogna". Fra qualche anno (NON ORA) sarà il Nord (E NON NOI) a chiedere in ginocchio Abolizione del Bail In + Helicopter Money di Salvataggio alla Bce. COSI' PARLO' SPECULATHOR (se il gent Onado mi vorrà cmq pubblicare).
  3. Maurizio Cocucci Rispondi
    Rumors. Semplici voci di corridoio.
  4. Henri Schmit Rispondi
    Premetto che sono solo un attento osservatore. Il problema sollevato dal prof. Onado è davvero spaventoso. Senza contestare i numerosi punti di vista sotto i quali la D è davvero un modello, DBk e il progetto di fusione bancaria possono solo far paura a chi crede nelle virtù di un'economia di mercato. Esiste da sempre un sistema tedesco di intrecci non trasparenti fra politica federale e locale, banche e grosse aziende, sindacati padronali e dei lavoratori, che favorisce l'opacità e predilige decisioni concertate cioè politiche o meglio di potere occulto che tengono conto degli interessi del sistema, non del profitto cioè dell'efficienza. Segnalo che l'Economist di questa settimana pubblica un bell'articolo contro lo strapotere delle multinazionali che hanno interesse ad essere grandi abbastanza per diventare intoccabili e comandare loro il potere pubblico. Questa è la logica del progetto di fusione tedesca, nell'interesse evidente di entrambi i partner. Bravo chi ha capito questo decenni fa e agito di conseguenza.
  5. marilena rispoli Rispondi
    concordo con le critiche di Onado.riprenderei le conclusioni del rapporto Liikanen, aggiornandole .La corsa al gigantismo è superata.Perchè non agire sui derivati di Deutsche bank?