logo


  1. Gianfranco Frisani Rispondi
    Potrei anche essere d'accordo per l'utilizzo di denaro pubblico per evitare un "rischio sistemico", ma pretendo che la banca in questione venga nazionalizzata, e che si indaghi a fondo (e non per finta) sull'origine dei NPL, con conseguente procedimento penale a carico dei responsabili, con costituzione di parte civile da parte dello Stato e risarcimento dei danni causati dagli amministratori della banca in questione. La banca non dovrebbe mai, in nessun caso, essere immessa sul mercato senza che prima siano stati restituiti i denari pubblici impiegati per salvarla.
  2. Henri Schmit Rispondi
    Francamente non capisco il merito di soldi pubblici (capitale o garanzie) in base alla cessione di NPL ad una bad bank, presumo in qualche modo captive. Nemmeno la cessione di NPL a terzi indipendenti è meritevole di sostegno pubblico. Saper gestire il recupero degli NPL sarebbe semmai un merito, ma lo sarebbe soprattutto e indiscutibilmente il saper evitare NPL di tre volte la media dell'eurozona. Quello che vorrei capire - e non è retorica - è la causa o le cause di questo eccesso in Italia. Nessuno ne parla. Quindi non si risolverà nulla.
  3. Piero Rispondi
    altro che bad bank, le imprese bancarie dovranno aumentare il capitale, se il mercato non recepisce gli aumenti, lo stato farà fronte agli aumenti. Vi sarà una nuova governance sulle banche, verranno risanate e rimesse sul mercato, ciò deve essere fatto; in America ciò è avvenuto con successo. Se non siamo capaci basta copiare. I limiti dell'Ue, non esistono su questo punto, non è aiuto di stato, non vengono finanziate le perdite ma sarà un investimento sul capitale e vi è il cambio della governance bancaria.
  4. carli Rispondi
    Mi rifiuto di pagare con soldi pubblici gli errori di banche private. Se vogliamo chiamare errori la concessione di prestiti senza garanzie agli amici degli amici. Si vendano i npl e s iscrivano le perdite a bilancio Si realizzino quegli aumenti di capitale che l autore definisce difficili, forse difficili perche diluendo il potere delle fondazioni romperebbero equilibri consociativi piu o meno confessabilu ?