logo


Rispondi a Mario Rossi Annulla risposta

1500

  1. Michele Rispondi
    Il fondo Atlante più che ad altro assomiglia all'IRI degli anni '30 del secolo scorso, ai tempi di Beneduce e Menichella... Curioso vedere un operatore che dovrebbe essere "privato" come il fondo Atlante ricevere cosi tanti endorsement da parte di autorità/stampa/politica che in realtà dovrebbero regolare/sorvegliare l'attività di operatori privati, non sponsorizzarli!!!
  2. Henri Schmit Rispondi
    Il compito di Atlante è ambiguo. Come compratore di ultima istanza, dovrebbe esserci "vita durante", se no nessuno giustamente si fiderà. Ma non può essere quello il compito di un operatore privato, sarebbe fra pari un incentivo alla peggior inefficienza. Ambiguità pure fra cessione dei NPL e sottoscrizione di aumenti di capitale, due "mestieri" diversi. Operazioni a valori di mercato? Allora servono una mezza dozzina di Atlanti, o almeno tre. Difendere l'italianità? Potrebbe essere un compito in discesa quando più nessuno vorrà investire nel bel paese dove tutto funziona al ritmo della baghetta magica, di "deus ex machina", delle soluzioni che non disponendo delle informazioni giuste pochi riescono ad anticipare ed alle quali ancora meno hanno accesso. Le uniche soluzioni credibili sono: lasciare gli operatori creare e gestire un mercato delle NPL; (1) se i prezzi offerti sono troppo bassi, l'Atlante-NPL farà un affare, a condizione che oltre che privilegiato sia anche capace; e (2) costringere le banche a ricapitalizzare "whatever it takes" cioè abbassando quanto necessario il valore del capitale esistente, invitare operatori esteri a comprare, anziché difendere non si capisce quale italianità (quella dell'Alitalia?).
    • Mario Rossi Rispondi
      Quale italianità? Si vede che ancora non ci siamo arrivati all'osso e se entrano azionisti esteri dopo sarà ben più difficile andargli a spiegare che alcune voci di bilancio sono in rosso perchè servono per avere favori da altre parti. Se era entrata Air-france in Alitalia sarebbe stato difficile mantenere ancora in piedi un carrozzone politico-clientelare che ha fruttato poi ben altri introiti ai capitani coraggiosi. Così è per le banche.....pur di mantenere il sistema stanno spolpando tutto quello che trovano......ma finirà presto senza dubbio.