logo


  1. luis Rispondi

    Il problema è che di solito il delisting viene effettuato da aziende quotate da poco tempo. La loro quotazione è spesso avvenuta a prezzi super gonfiati ( mi viene in mente la Saras e tante altre) e sono sempre le agenzie di rating che fanno i prezzi dei nuovi collocamenti, penso lucrando abbondantemente. Dopo aver incamerato la liquidità della quotazione , quando il valore del titolo è poi sceso del 200/ 300% è facile avere la tentazione di toglierlo dal listino, magari facendolo salire di un 40%, per gettare fumo negli occhi. Il piccolo non può fare altro che cedere il titolo, in forte perdita, perché con l’Opa residuale si trova in mano un titolo non quotato che verrà ritirato d’ufficio dalla Banca. Fanno eccezioni i titoli a largo flottante, su questi effettivamente il delisting non è facile e spesso dopo l'OPA si infiammano, meglio essere molto cauti e magari non aderire.