logo


  1. franco miscia Rispondi
    L'IMU ha un vizio di fondo: quantifica automaticamente la corrispondenza tra capacità contributiva della persona fisica e valore catastale dell'mmobile posseduto. Per capacità contributiva intendiamo risorse finanziarie disponibili, che potrebbero essersi esaurite con l'acquisto dell'immobile, pertanto, anche introducendo il valore di mercato piuttosto che quello catastale, il risultato non cambierebbe. Equità orizzontale significherebbe che due soggetti che posseggano lo stesso tipo di immobile (dello stesso valore catastale o di mercato), ma con reddito diverso, paghino IMU diverse. La qual cosa soddisfarrebbe anche il principio di equità verticale.